Il Forte Monte Ricco a Pieve di Cadore

Forte di Monte Ricco - facciata

Dal centro di Pieve di Cadore, in poco tempo si sale al Forte Monte Ricco, un luogo dove la storia racconta e il panorama incanta.

Il percorso in breve

  • Percorso a piedi
  • Tempo: circa 20 minuti
  • Dislivello: 100 metri – meno di 1 km di percorso
  • Adatto: da 8 anni
  • Passeggino: no
  • Attrezzato per pic-nic: no
  • Ristoranti e Bar: no
  • Parcheggio: sì
  • Acqua lungo il percorso: no

La strada al Monte del Forte Ricco

Arrivando in centro a Pieve di Cadore e dirigendosi verso il Museo dell’Occhiale, sulla sinistra troverai un cartello che indica l’inizio della salita al Monte Ricco. Il parcheggio più comodo è proprio quello di fronte al Museo stesso. Da lì si prosegue a piedi. Il percorso è breve e molto agevole, pochi metri e un po’ di dislivello e si arriva al Forte, punto di osservazione dell’intera vallata del Cadore. Lungo la strada che porta al Forte passerai tra una faggeta dove vedrai alcuni faggi secolari molto alti e grandi. Sono lì dal periodo un cui la Serenissima utilizzava queste zone del Cadore per rifornirsi di legno da costruzione. Sono delle piante davvero di rara bellezza.

Cerca

Il Forte di Monte Ricco oggi

Il Forte è stato recentemente restaurato e riaperto al pubblico nel 2017. Spesso è sede di mostre o concerti di musica classica, ma se vuoi essere sicuro di trovare aperta anche la parte principale dell’edificio consigliamo di telefonare prima (trovi i numeri nei link utili alla fine). Durante la nostra visita di quest’estate abbiamo trovato chiuso, si entrava solo su prenotazione. Sul sito del Forte inoltre leggiamo che per accedere bisogna acquistare il biglietto, ma l’importo è minimo.

Arrivati in cima potete percorrere tutto il perimetro frontale e interno del Forte e apprezzare la costruzione che risale all’epoca preromana. La gola è protetta da un largo e profondo fossato in muratura ed oltrepassato da un ponte levatoio, alla cui difesa provvedeva sulla parte sinistra una caponiera. Bellissimo inoltre il panorama che si gode da lassù, dove si riesce a vedere anche le punte del Monte Cristallo.

Forte di Monte ricco - vista

Un po’ di storia sul Forte di Monte Ricco

Il Forte fu costruito nell’epoca preromana ed era destinato a una funzione difensiva. In epoca romana e medievale il Monte mantenne la sua funzione difensiva, tanto che prima dell’anno 1000 fu sede di un importante castello, destinato ad essere rappresentato, assieme a quello di Botestagno, nello stemma del Cadore.

Dal 1420 il castello divenne sede del Capitano inviato da Venezia e le sue sorti seguirono quelle della Serenissima fino circa il ‘600 quando l’utilizzo del Forte subì un grave declino.

Il Regno d’Italia vi fece edificare due fortificazioni: Batteria Castello e il Forte, includendole nel sistema difensivo contro l’Austria-Ungheria.

Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale faceva parte della Fortezza cadore-Maè, però data la lontananza del fronte della guerra fu escluso dalle operazioni del conflitto, rilegandolo a una funzione di magazzino e logistica. Nel 1918 dopo Caporetto furono fatte saltare dall’esercito austriaco.

Il Forte di Monte Ricco è rimasto così abbandonato fino al 2007, quando per volontà del Comune di Pieve di Cadore sono iniziati i restauri, terminati proprio nel 2017.

Lo sai che…

Finita la visita al Monte Ricco in pochi minuti puoi andare a visitare il Lago delle Tose a Calalzo.

Forte di Monte Ricco - ingresso

Link utili:

Forte Monte Ricco

Via Calvi, 6 – Pieve di Cadore

Tel 0435.780078

Sito Forte Monte Ricco

Pagina Facebook del Forte Monte Ricco

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.